lunedì 19 settembre 2011

La doppia vita del Commissario Adamsberg

Solitamente, nel mio blog, parlo di prodotti Statunitensi e Britannici, poichè è in questi due paesi che nascono e si sviluppano i progetti più interessanti ed innovativi. Il resto d'Europa, ad esempio, non offre molto da questo punto di vista, eppure il post odierno è dedicato ad una serie francese, quella definita come Collection Fred Vargas.



Questo prodotto televisivo realizzato tra il 2008 e il 2010, nasce dai libri della nota scrittrice francese Fred Vargas, personaggio duttile e certamente affascinante che spazia appunto dalla letteratura, all'archeozoologia, all'impegno politico, al medioevo.
Tutte queste passioni sono confluite nei suoi romanzi che, pur prendendo le mosse dal genere poliziesco, spaziano sempre nel mistero, la magia, il folklore, i miti. E poi ci sono i suoi personaggi, protagonisti di storie soprattutto personali. In Italia la Vargas è arrivata con ritardo e non in ordine cronologico. I suoi libri sono perfettamente godibili anche se letti alla rinfusa ma, come nella migliore fiction televisiva, l'ordine cronologico consente una conoscenza graduale dei personaggi e del loro vissuto che, certamente, consente al lettore di innamorarsi delle sue storie.

Visto il successo, uno dei filoni della scrittrice, quello del commissario Adamsberg, è stato portato sul piccolo schermo dopo una incursione al cinema non di molto successo (nel 2007 con Parti in fretta e non tornare). Questa serie per la tv conta fino ad ora 4 film, anche questi non realizzati cronologicamente rispetto ai libri, con il primo film Sotto i venti di Nettuno che in realtà è l'ultimo rispetto ai 3 successivi film, L'uomo dai cerchi azzurri, L'uomo a rovescio, Un luogo incerto.

Come ben sanno i lettori fedeli della Vargas, il personaggio del commissario Adamsberg è molto affascinante ma difficilmente trasportabile in video poichè le sue indagini sono spesso "interiori", nascono da profonde riflessioni che deviano dal corso principale dei suoi pensieri per andare a "spalare nuvole" e giungere poi alla conclusione dell'indagine che emerge lentamente magari attraverso piccoli particolari estranei all'indagine stessa. Adamsberg vive e lavora a Parigi ma le indagini spaziano in Francia, nel resto d'Europa e in Canada. Nell'adattamento si è cercato di mantenere la storia il più fedele possibile ma, ovviamente, i romanzi sono stati fortemente asciugati andando a privilegiare le parti maggiormente di azione. Alcuni personaggi, rilevanti nei libri, spariscono o assumono poca rilevanza (Veyrenc e Retancourt su tutti), mentre altri, come il fidato braccio destro di Adamsberg, Danglard, hanno mantenuto una fedeltà accettabile.

La regia di questi quattro episodi è stata affidata a Josée Dayan, regista dal curriculum notevole in ambito televisivo che qui propone una azzeccata regia che si allontana dai piatti standard televisivi ma non utilizza nemmeno una regia "postmoderna" come tanta fiction Americana. La macchina da presa spesso circonda i personaggi e anche le scene d'azione (non tantissime) sono strutturate come se lo spettatore sia non solo tale ma, anche protagonista. Ma la scelta migliore per questa serie televisiva è stata fatta sicuramente nel casting del personaggio principale, Jean-Baptiste Adamsberg interpretato da Jean-Hugues Anglade, attore cult che gli amanti del cinema ricorderanno per Betty Blue ma che è stato anche protagonista di film più mainstream come Subway, Nikita, La Regina Margot, e presenta anche in tanto cinema Italiano con Le affinità elettive, Il più bel giorno della mia vita, E' più facile per un cammello..., Il prossimo tuo.
Anglade riesce a donare un volto convincente al personaggio di Adamsberg, cosa complicata per personaggi così amati dai lettori. Eppure il suo volto si adatta benissimo all'immagine che Vargas costruisce nei libri, una bellezza discreta ed eterea, un uomo che preferisce l'introspezione alla violenza (Adamsberg non impugna quasi mai la pistola), un amante sempre in fuga e contemporaneamente alla ricerca della sua Camille (qui interpretata dalla bella Hélenè Fillières).

Da segnalare che nei film sono presente - come guest star o come personaggi ricorrenti - Charlotte Rampling, Jeanne Moreau, Jean-Pierre Léaud.
La serie è per ora disponibile solo in lingua originale.

5 commenti:

Astrid ha detto...

a me piacciono molto i libri di adamsberg, li ho letti tutti, però non sono mai riuscita a trovare i film. Tu sapresti dirmi dove trovarli?

Barbara Maio ha detto...

esiste il cofanetto DVD:

http://www.amazon.fr/DVD-Fred-Vargas-DVDs-allemand/dp/B002L5NWBQ/ref=sr_1_2?s=dvd&ie=UTF8&qid=1348148191&sr=1-2


ciao, barbara

Unknown ha detto...

Ciao, quello del link non è il cofanetto con i film con Jean-Hugues Anglade, ma un cofanetto con "Sotto i venti di Nettuno", con Anglade, poi il film cinematografico senza Anglade e anteriore, e due libri.
I dvd dei rimanenti film con Anglade su Amazon.fr non si trovano

Pietro Pedrotti ha detto...

Ciao Barbara, hai mica novità sulla serie tv ispirata ai libri della Vargas (Commissario Adamsberg)...in italiano non si trova nulla? Grazie buona notte, Pietro

Barbara Maio ha detto...

Ciao Pietro, non mi risulta li abbiano adattati. Esistono in francese e in tedesco. E ormai non credo li adattino più.....un saluto, B.